• Cwash

App di Cwash®: il lato smart dell’igiene orale

22 febbraio 2022


Dal diario di viaggio di Cwash®


Il martedì ormai ha solo un significato…nuove ed emozionanti scoperte con me!


E cosa ho di nuovo da raccontarvi oggi?

Come ben saprete, tra le caratteristiche che mi hanno reso famoso - e che vi riassumo brevemente qui - ce n’è una che spesso passa inosservata, soprattutto dai meno tecnologici, ma che rientra tra le mie peculiarità e tratti distintivi.


Vi viene in mente qual è?

……suspense: la mia app! Ebbene sì, andando su Play Store o App Store potete scaricare gratuitamente l’app per il vostro Cwash®!


Visto che ci sarebbero un mondo di cose da dire sulla mia applicazione, ho deciso che non volevo essere da solo a raccontarvele. Con me ci sarà anche Enrico, l'ingegnere dell’automazione che ha aiutato Simone e Francesco con la mia progettazione e che si è occupato dello sviluppo dell’app di Cwash®. Vi ricordate di lui, vero? Ve ne avevo già parlato qui.


E così ho deciso di intervistare Enrico per voi, sarà lui a raccontarci alcuni aneddoti interessanti in merito all’App e al suo funzionamento.


Cwash®: “Sei pronto a far conoscere a tutti i segreti della mia…”

Enrico: “Della nostra…”

Cwash®: “Sisi, della nostra applicazione” - ehm, cominciamo bene :-)


Cwash®: “Allora…iniziamo! Prima domanda: perché avete deciso di sviluppare un’applicazione?”

Enrico: “La nostra volontà era quella non solo di creare un device per migliorare la quotidianità delle persone, ma anche quella di creare un prodotto completo e al passo con i tempi. Ormai viviamo tutti con un telefono sempre vicino a noi, quindi ci è venuto spontaneo pensare di sviluppare l’app. Ma la vera sfida, era quella di creare Cwash® in modo che potesse funzionare correttamente anche senza l’utilizzo dell’app!”


Cwash®: “Cosa intendi?”

Enrico: “Intendo dire che ormai è abbastanza comune trovare device che si possano configurare utilizzando un’app, ma noi volevamo che Cwash® fosse accessibile a tutti, anche a chi non vuole utilizzare l’app, e così abbiamo configurato Cwash® in modo che possa funzionare correttamente per il suo scopo principale - lavarsi i denti senza acqua e dentifricio ovunque ci si trovi - fin dal primo utilizzo, anche senza associarlo all’app. Ma ovviamente, è solo associandolo all’app che si possono sfruttare al meglio tutte le sue funzionalità.”




Cwash: “E quali sono le principali funzionalità?”


Enrico: “La più importante è sicuramente la possibilità di modificare le impostazioni del device, come durata ed intensità.

Cwash®, infatti, viene venduto con le impostazioni base, durata di 30 secondi e intensità pari all’80%. Queste poi, possono essere modificate a seconda delle esigenze di ognuno. La durata può essere modificata fino ad un massimo di 60 secondi, mentre l’intensità può variare da un intensità lieve ad una più intensa.

Altre funzionalità importanti sono: visualizzare le statistiche e quindi con che frequenza Cwash® viene utilizzato e quanti cicli sono stati fatti. Quest’ultima informazione diventa molto importante per capire quando è ora di cambiare il bite di Cwash®, che ha una durata - come sapete - di 100 cicli. Tutte queste informazioni posso essere davvero utili!”


Cwash®: “Perché?”


Enrico: “Perché in questo modo le persone possono tenere traccia dell’utilizzo di Cwash®, capendo se si stanno prendendo cura nella maniera corretta della propria igiene orale”


Cwash®: “So che sei costantemente al lavoro per migliorare l’app e che a inizio anno sono state lanciate alcune novità importanti. Ti va di raccontarci quali?”


Enrico: “Certo! Quest’anno, grazie anche alla partecipazione al CES di Las Vegas, abbiamo lanciato le notifiche in app: una per la sostituzione del bite ed una avvisare che Cwash® deve essere ricaricato”


Cwash®: “Come funziona la notifica “it’s time to change your bite”?”


Enrico: “Quando entrate nell’applicazione di Cwash®, ricevete automaticamente una notifica giornaliera che vi dice che sono stati superati i cicli ottimali per l’utilizzo del bite. E quindi, è tempo di sostituirlo.”


Cwash®: “E quella che indica che il dispositivo va ricaricato?”


Enrico: “Come per quella della sostituzione di bite, appena si entra nell’app, compare una notifica che indica che è ora di ricaricare il vostro Cwash®. La notifica comparirà solo una volta al giorno."


Cwash®: “E se l’app è già stata scaricata, come fare per vedere gli aggiornamenti?”


Enrico: “Vi basterà andare sull’App Store o su Google Play e verificare che non vi siano aggiornamenti”




Beh, direi che Enrico è stato più che esaustivo…voi vi siete segnati tutto vero? Attenzione che vi interrogo!


Ora io devo scappare, sapete ho moltissime cose da fare, cose da device super innovativo…alla prossima!


13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti